«Il mio Lorenzo se n’è andato il 6 marzo 2008. Era nato con la Sindrome Ring14. Aveva tante malformazioni, un elenco infinito. Noi abbiamo capito subito, prima che i medici ce lo dicessero, che avremmo dovuto lavorare tanto per alleviare la sua sofferenza e per dargli una buona qualità di vita. Ma non eravamo spaventati: guardavamo il suo sorriso e andavamo avanti. E poi avevamo incontrato l’Associazione Ring14 che ci appoggiava e ci incoraggiava con affetto e comprensione. Lorenzo aveva superato il primo intervento correttivo ai piedi e andava tutto bene. In famiglia ci stavamo riprendendo da tutta la paura che avevamo avuto, perché nessuna certezza ci era stata data: l’anestesia, la patologia del bambino, la sua giovane età, un infinito elenco di possibili complicanze. Invece era filato tutto liscio. Poi è successo: un arresto cardiaco e Lorenzo è volato via. Con lui qui, il mio tempo era pieno di timore e di angoscia, ma anche di infinita fiducia nel futuro. Ora il tempo che devo riempire è tantissimo. Mi manca il suo sorriso e mi manca anche la speranza.»

 

mamma Assunta