Storia di Matthew

Mio figlio iniziò a camminare a 11 mesi, e dopo la prima emozione per i suoi primi passi fui costretta ad affrontare la realtà: nel suo modo di muoversi c’era veramente qualcosa che non andava. Camminava come un vecchio, andava a sbattere contro i muri e i mobili come se non li vedesse e cadeva ogni cinque o sei passi.

Arrivò la diagnosi di Delezione 14, ma io impiegai mesi e mesi per capire che cosa tutto questo avrebbe significato per la nostra famiglia. E ancora non lo so bene. Tuttora, quando dopo ogni controllo medico non ci sono mai buone notizie, mi stupisco del fatto che non mi sento mai abbattuta. E’ come se continuassi a sperare. Quando la gente ci guarda, perché Matty  è diverso dagli altri bambini, io racconto che mio figlio non è arrivato in tempo per la distribuzione dei cromosomi giusti, così gli sono capitati quelli sbagliati. Riesco a riderci sopra.

Io lo so. Sì, ok, lo so che Matthew è diverso. Certe volte mi piacerebbe non saperlo o dimenticarmelo almeno per un secondo, ma è impossibile. Forse anche noi – papà, mamma e fratello –  siamo un po’ diversi. Anche la nostra casa, che è una mescolanza di tavoli, sedie, divani e mobili normali con accessori e materiali da ospedale, è diversa.  Ma ora che ci stiamo avvicinando al suo quarto compleanno, tutto sta diventando normale, e io non rimpiango un solo minuto della mia vita!

Mamma Lisa